BLOG

Slider
  • Perchè non riesco a sviluppare un progetto personale?
  • Cosa mi impedisce di diventare un fotografo di viaggi? di pubblicare nelle grandi riviste?
  • Come potrei migliorare la mia fotografia ?
  • Come Posso fare per realizzare fotografie che emergano dalla calca ?
  • Quali sono i segreti per riuscire nel proprio business fotografico?
  • Ti stai facendo anche solo una di queste domande? :) Bene , sei nel corso giusto.

 

Il corso Avanzato di Fotografia è un corso per pochi. 

È pensato per essere personalizzato sulla base dei bisogni degli unici 10 corsisti che potranno accedere alle lezioni. 

È un corso innovativo, pratico, unico nel suo genere, formativo e individuale. Nonostante sarà una classe di massimo 10 Iscritti, il percorso formativo seguirà le tue necessità.

Ad Oggi non esiste un corso simile.

Ti prepara a realizzare un progetto fotografico che diventerà il tuo portfolio, la tua mostra, il tuo showroom o semplicemente ti aiuta a superare il tuo livello per raggiungere obiettivi e traguardi inaspettati

il corso di fotografia avanzato è pensato per chi come te vuole essere la differenza e fare la differenza. 

Basta accontentarsi dei like su facebook. La tua fotografia prenderà vita. 

 

ANCHE QUEST'ANNO SLOWOTION E ROBERTO ZAMPINO RIPROPONGONO LA settima EDIZIONE DEL CORSO avanzato DI FOTOGRAFIA A SIRACUSA!

Il corso avanzato di fotografia slowmotion è pensato per tutti coloro che vogliono approfondire le loro conoscenze in ambito fotografico.

E' adatto a amanti della fotografia che desiderano sviluppare uno stile o un progetto personale, così come appassionati e pro che vorrebbero sapere di più del mondo della fotografia professionale.

ll corso si divide in 3 moduli

- Modulo di teorica base:

In questo modulo ci occuperemo della teoria e della tecnica fotografica avanzata, introducendo flash light, metodi di stampa e sviluppo e pratica con possibili clienti. Cercheremo di sviluppare uno stile personale, un brand ed una comunicazione efficace e diretta.

 

- Modulo Pratico:

La fotografia consiste principalmente nel praticare, cimentarsi e sperimentare. Durante il Corso avanzato faremo diverse uscite fotografiche andando a ricercare scatti sempre differenti. Nelle edizioni precedenti abbiamo fatto uscite fotografiche in notturna a caccia di stelle e via lattea, abbiamo fotografato l'arrampicata, la boxe, il cross fit, il wake board ( Andando in questo bellissimo posto ). Ci siamo cimentati in escursioni , ritratti, fotografia di hotel e reportage territoriali. Insomma tutto ciò che potesse essere uno stimolo per apprendere e consolidare la tecnica e visione fotografica

 

- Modulo di visione fotografica: Andremo a conoscere insieme i grandi fotografi che con le loro immagini sono riusciti a segnare un'epoca. Impareremo da loro e cerchemo di capirne i segreti e come sono riusciti a realizzare i loro progetti. Vedremo fotografi di Matrimonio, viaggio, reportage, pubblicità e arte.

 

PROGRAMMA

Gli incontri saranno 10:

 

- Lezioni in aula - PRATICHE E TEORICHE 

- Tecniche avanzate

- Portfolio review - analizzeremo i progetti personali 

- Uscite fotografiche 

- Uscite notturne - per migliorare la nostra night photography
- Reportage e travel photography

- Branding - come creare un brand di successo

- Matrimonio e fotografia di eventi - come gestire il cliente e realizzare un matrimonio unico

- Business della fotografia

- Come realizzare un progetto personale - Uscire dalla Massa

- Come utilizzare i social al meglio

- Profili colore

- Post produzione, camera Raw e Lightroom

- Creare un libro fotografico con lightroom o altri server

- color management - accenni al mondo del colore  - come diventare fotografo Staff Slowmotion Travels 

E tanto altro 

 

Domande: 

- Già scatto in manuale, conviene che faccio il corso avanzato  o meglio quello base?

Molti dei corsisti che abbiamo avuto in passato era molto avanzati in fotografia, tuttavia hanno deciso di iniziare con il corso base e non se ne sono mai pentiti. Durante il corso avanzate parleremo di progetti personali, tecniche e branding. Per cui sarà un requisito necessario conoscere il proprio mezzo fotografico. Vi consiglio di inviare un portfolio per email e giudicheremo insieme quale corso sia  più appropriato alle vostre esigenze

 

- Non possiedo una macchiana fotografica, posso partecipare comunque?

Certamente, mettiamo a disposizione alcune macchine fotografiche su richiesta.

 

- Ho dei problemi con le date, si possono recuperare?

Ogni settimana stabiliremo delle lezioni di recupero per permettere a tutti di recuperare o riascoltare le lezioni precedenti.

 

- Mi piacerebbe venire alla prima lezione per vedere se effettivamente il corso mi interessa

Vieni pure :) sarà un piacere coinvolgerti e sono certo che ti piacerà

 

- Posso partecipare solo ad alcune lezioni?

Certamente, decidiamo insieme quali e ti aspettiamo.

 

 - Posso portare un amico/a alle uscite fotografiche 

Durante le uscite fotografiche potete farvi accompagnare da chiunque vogliate. La condivisione è alla base di ogni rapporto e ci farà paicere condividere questa bellissima esperienza con i vostri amici

 

- Ci sarà un attestato al termine del corso?

Assoluamente si, ogni corso termina con un uscita fotografica, una bella cena e la consegna degli attestati!

 

Iscriviti Subito!

 ICM1185

Prezzo

Il prezzo del corso  comprende: 10 lezioni, il materiale didattico, lo spazio espositivo, la lettura portfolio e il tesseramento annuale all'associazione è di 310 Euro se prenotato entro Gennaio 2018 - 370 Euro Prezzo Intero

Il tesseramento all'associazione culturale Slowmotion photography ti dà diritto a partecipare a tutte le nostre uscite fotografiche, incontri letture portfolio, coaching e sconti su stampe, progetti e tanto altro!

Il pagamento potrà essere effettuato tramite bonifico bancario o in sede.

L'iscrizione al corso base sarà confermata con l'acconto di 100 Euro 

C'è un limite di partecipanti?

Ogni anno la richiesta è aumentata e siamo costretti a bloccare le iscrizioni per motivi di spazio e gestionali. Verrano prese in considerazione le iscrizioni con allegato l' acconto. Le iscrizioni si chiudono al raggiungimento di 10 Persone 

 surfer-.jpg

 

Chi è Roberto Zampino

Roberto  Zampino è un reporter/ritrattista internazionale con Pubblicazioni in tutto il mondo: - ha ottenuto a pieni voti la prima laurea in Comunicazione visiva Multimediale presso l'accademia di belle arti di Macerata per poi continuare ad approfondire le sue conoscenze nell'ambito fotografico a Londra dove ha studiato alla University of Arts of London e conseguito a pieni voti il Master Degree in Documentary photography e photojournalism 

" Avevo appena trascorso un mese in un Igloo, vivendo tra neve e montagne. Il mio mezzo di trasporto era la tavola da snowboard e il mio compito quello di realizzare il  reportage della costruzione dell'Igloo più grande al mondo.  ( ecco il video https://www.youtube.com/watch?v=k9YrHXzAbfA )
Sembrava un sogno eppure ero li,  con la neve che ricopriva la macchina fotografica, un sorriso stampato nel mio volto e mani sempre congelate.
Tornato in Italia, soddisfatto e ancora esuberante  ricevo un messaggio da un editor Cinese. Dovevo ripartire, questa volta le montagne sarebbero state colossi di metallo e vetro e  il mio compito quello di raccontare la storia di una delle citta à più grandi al mondo: Shanghai.
Shanghai conta oltre 24 milioni di persone pari al numero di stelle che potevo contemplare dall'alto dei monti qualche giorno prima. Questa volta si trattava di un libro intitolato People of Shanghai. ( ecco la presentazione https://www.youtube.com/watch?v=DljumaurnZE )
Il briefing del mio editor era chiaro:  Dovevo riuscire a narrare  le sottigliezze e sfumature di Shanghai attraverso le persone che avrei incontrato e fotografato.
Ho trascorso un mese per le strade della metropoli cinese, scoprendo, intervistando, fotografando e giocando con tutto quello che mi circondava come fossi in bambino. Dopo un mese di intenso fotografare  avevo ottenuto oltre 150 ritratti di stranieri che avevano condiviso con me la loro Shanghai, I loro desideri, speranze e timori
Shanghia non aveva più un volto ed una voce, bensi un coro formato da tante personalità , ognuna diversa dall'altra.
Nell'arco di 3 mesi, ne avevo trascorsi 2 fotografando nei posti più impensabili al mondo e uno organizzando una mostra dedicata al viaggio. ( date un’occhiata alla mostra http://www.viaggioverso.it/ ) "
12605312 10208547389627475 4746028580380878140 o

 

Pubblicato in Workshop

Essere un fotografo non significa diventare un  professionista.

Riuscire ad apprezzare il gesto fotografico, essere spinti dal desiderio di uscire e scattare non è un privilegio esclusivo di che ha fatto della fotografia un mestiere, anzi...

 

Il Piacere dello scatto è qualcosa che tutti dovrebbero provare e approfondire.

 

Di seguito scrivo alcuni dei motivi per cui credo che essere un fotografo sia un privilegio. 

 

Nota: Per evitare discussioni sulla professione del fotografo è necessario chiarire che ognuno scatterà in base alla propria sensibilità, cultura e dedizione. Per fotografo intendo il senso letterare del termine " colui che scrive con la luce"  , quindi chiunque utilizzi il mezzo fotografico.

Che l'arte della fotografia, i professionisti, i photo reporter, i grandi fotografi, ecc appartengano ad una sfera completamente differente non c'è dubbio! 

 

I motivi: 

 

- catturare ricordi che potrai rivedere e rivivere per sempre ( il punctum dell'immagine fotografica secondo Barthes ). 

Sembra scontato, ma pensate a quanto una fotografia riesca a toccare i tasti giusti della nostra memoria

 

- osservare la bellazza nella quotidinetà

Riuscire a percepire il fascino delle piccole cose e viverle nel presente. 

 

- notare i dettagli 

La fotografia ti invita per natura a cercare i dettagli e conoscere meglio ciò che ti circonda

 

- vivere il presente

La fotografia esiste sono nel presente. Lo scatto avviene in quel preciso momento. L'uomo tende a vivere nel passato e nel futuro, fotografando , tutto ciò che conta è qui e adesso

 

- documentare la tua famiglia

Nulla di più bello che avere delle immagini della propria famiglia

 

- dimenticarti per qualche istante dei tuoi problemi 

Vivendo nel presente , i problemi e le preoccupazioni scemano durante lo scatto .. si attende l'attimo decisivo, l'espressione, la luice .. e tutto svanisce...

 

- la fotografia è una valvola di sfogo creativa

tutti noi abbiamo bisogno di stimoli mentali e valvole di sfogo. La fotografia fa proprio questo

 

- si crea

Fotografare significa creare, organizzare visivamente gli elementi della nostra composizione in un processo crea-tivo

 

chinese_new_year_2013people_of_london_64.jpg roberto zampino

 

- è una sfida

cercare il luogo, scegliere l'ora, scattare al momento giusto, trovare le giuste persone, realizzare immagini nuove ... fotografare è una sfida con se stessi 

 

- racconti una storia

Per immagini si può raccontare. La grande fotografie insegna che i racconti fotografici sono in grado di avere un impatto nella società

 

- Le tue avventure saranno imperiture

le foto saeranno il ricordo più bello.. immagini che ogni anno che passa rievocheranno momenti di avventure passate.

 

- ti spinge in luoghi dove non sei ( e probabilmente non saresti mai ) stato 

Per fotografare ciò che amiamo sarai costretto a muoverti. Esplorare e spesso andare in luochi dove altrimenti non andresti. Chi di noi non ha pensato di voler scattare l'aurora boreale.. e purtroppo non si trova a meno di qualche migliaio di km 

 

- ti aiuta ad avvicinarti a ciò che più ti interessa

Ho iniziato a fotografare il climbing e questo mi ha portato ad esserne più coinvolo. Ho fotografato popolazioni remote e mi sono avvicinato a loro, vivendo come loro...fotografare ti spinge ad avvicinarti a ciò che ti interessa

 

11539194_1628936170655533_6508668485942396378_o.jpg

 

- provoca emozioni

Osservare fotografie provoca inesorabilemente emozioni. suscita l' allegria, provoca disdegno, tristezza, scalpore, curiosità. La fotografia è comunicazione e in base a ciò che si comunica si ottengono reazioni differenti

 

- fa pensare te e chi osserva le tue foto

Una fotografia deve interrogare e creare domande. Chi osserva una foto viente sottoposto ad mondo parallelo di cui noi conosciamo soltanto l'apparenza soggettiva in quel determinato momento. 

 

 

- ti insegna a conoscere te stesso ( vedi anche le 50 cose che la fotografia mi ha insegnato )

fotografare ti mette di fronte a problematiche e situazioni che ti faranno scoprire chi sei veramente. Non esiste imbroglio, non esistono menzogne quando si fotografa. Sarai TU giudice di te stesso.

 

- ti permettere di condividere i tuoi momenti con le persone che ami

Happiness is real when shared - la felicità è vera quando è condivisa... 

 

- impari ad apprezzare il lavoro dei grandi fotografi

Quando si inizia a fotografare si incominciano a conoscere i grandi fotografi e si rimane stupiti dalla bellezza e dalla forza dei loro lavori... 

 

steve-mccurry-4_2451162k.jpg

 

- la fotografia la si può praticare ovunque e in ogni momento

con il cellulare, con la macchina fotografica, a casa studiando il prossimo progetto, al parco con i bambinbi.. la fotografia non ha luogo ne tempo

 

- ti aiuta a creare relazioni e connessioni 

Io riesco a socializzare quasi escusivamente se ho la macchina fotografica in mano ! uno scatto può creare delle ralazioni inaspettate. Anche condividere e mostrare i propri scatti costruisce delle relazioni tra voi, la foto e chi osserva.

 

scicli_workshop_bioturismo_slowmotion_-_cavalcata1_9_copy.jpg roberto  zampino

 

- documenta la storia

La fotografia nasce come documentazione - grazie a questa, conosciamo relatà storiche e attuali che rimarranno nella storia

 

- è divertente ed eccitante!

preparare la borsa fotografica, decidere l'attrezzatura, andare a scattare ,,, nulla mi diverte ed eccita di più 

 

- le macchine fotografiche in se sono degli oggetti che attraggono

Lo strumento fotografico in se stesso è un bell'oggetto. elegante, dalle linee  sinuose. Sembra creato per essere fotografato

 

- crei la tua reallà

Fotografare ti permettere di scegliere la tua porzione di realtà ...

 

lisbona - lisboa - roberto zampino

 

- non esistono limiti alla creatività

... e questa porzione di realtà non ha limiti. E' tua e ne fai ciò che vuoi

 

- la fotografia è un processo in continuia evoluzione  

non si finisce mai di imparare e voler fare. lo stile e gli interessi cambiano ed evolvono. la fotografia cresce insieme a noi.

 

- la fotografia puo' diventare un processo riabilitativo 

mettersi alla prova, impegnarsi, vivere il presente, affrontare una relazione con un estraneo e tanto altro concede alla fotografia un attributo quasi terapeutico e riabilitativo. 

 

- ti permette di viaggiare nel tempo

Prendi una fotografia di 5/10 anni fa .. guardala e dimmi se non hai un sorrisino nostalgico che ti si apre in volto. 

 

- se fatta in un certo modo potrebbe diventare una risorsa economica

Chi riesce , potrebbe anche trasformare questa passione in una professione. Attenzione a non credere che sia facile.

Come ogni professione occorrerà studiare, applicarcisi, essere padroni del mezzo e diventare degli imprenditori. Poi ci Sono le Tasse, i clienti, i lavori commissionati che ci piacciono.... sei sicuro che vuoi proprio questo dalla fotografia?

Tuttavia chi percorre un percorso costante e impegnato vedrà le sue fotografie diventare sempre più riconosciute e la sua passione darà i frutti meritati

 

- E' un amore che contua a crescere 

 

Chi ha  sperimentato la fotografia e ne è stato travolto si renderà conto che si tratta di un amore che cresce e si sviluppa.

Come ogni amore ho pensato che fosse svanito, che non amassi più. Che era finita. Che fosse solo dolore e illusioni. Ho avuto aspettative superiori a quello che poi è stato. Ho creduto di essere stato tradito .

Ma alla fine l'amore vince .. Si deve solo vivere il presente 

 

Tutti posso essere fotografi e giovare dei benefici di questa passione.

 

Prendi una macchina fotografica, una qualunque e inizia a scattare.

Pratica, prova, sperimenta e capirai tu stesso perchè scattare fotografie è cosi incredibilmente coinvolgente e appagante ... 

 

10993958_10205325353166362_7532937331724889585_o.jpg

 

Adesso è il tuo turno: 

 

Quando è stato il tuo primo contatto con la fotografia e come si è sviluppato ?

Pensi ad altri motivi per cui essere dei fotografi ?

 

Buona luce!

Pubblicato in Vario
Martedì, 13 Ottobre 2015 06:47

La Composizione Fotografica - Oltre L'immagine

 

La tecnica fotografica è necessaria. Si deve conoscere il mezzo per poter essere padroni delle proprie immagini. La tecnica in fotografia è come la grammatica. Per imparare a scrivere la si deve apprendere e padroneggiare per poi potersi cimentare in forme letterarie nuove, tuttavia la tecnica senza idea,  visione o narrazione diventa  ridondanza estetica.

 

La fotografia dovrebbe andare oltre la descrizione, suggerendo e raccontando.  Che sia un paesaggio o un reportage la fotografia diventa visionarietà, senso del tempo , dello spazio e

capacità di prevenire il momento dello scatto.

 

Il famoso decisive moment è in realtà la capacità del fotografo di prevenire e mettere insieme conoscenza, esperienza e idea in un preciso  momento e  luogo. 

berlin_itb_-_slowmotion_photography_1_2.jpg

 

La fortuna in fotografia esiste poco, è il fotografo a crearsela  guadagnandosi i suoi punti di vista , accessi e luce. La fotografia diventa uno strumento comunicativo quando oltrepassa lo stato di descrizione e entra nel mondo della narrazione.

Conoscenza del mezzo + esperienza + idea = fotografia

 sebastiao-salgado.jpg

 soprA: Sebastiao Salgado - Genesis - Il fotografo studia l'accesso , la luce e si crea la sua fortuna.

 

 

Per ottenere degli scatti che emergono

dal marasma visivo che ci inonda costantemente dobbiamo prima di tutto osservare i maestri della fotografia. Studiare le fotografie altrui, osservare libri fotografici e analizzare i lavori dei grandi fotografi dovrebbe appagarci tanto quanto scattare.

Osservando creiamo un bagaglio culturale che poi subconsciamente ritroveremo nel momento dello scatto. 

 

La nostra fotografia è fatta da tutto ciò che ci circonda. Film che abbiamo visto, fotografi che amiamo, pubblicità che hanno colpito i nostri ricettori. Tutto viene trasformato in fotografia nel momento in cui scattiamo. 

 

Sotto: Samo Vid interpreta il nuotatore (idea ) utilizzando una tecnica nuova ( conoscenza del mezzo ed esperienza) e  componendo in maniera creativa e unica.

1401697_612810098779557_219408178_o.jpg

 

 

Come i maestri del jazz, il fotografo è un improvvisatore.

Il jazzista durante una gig suona incessantemente assemblando pezzi di musica immagazzinati con il tempo e l'esperienza. Sembrerebbe tutto improvvisato ma in realtà sono anni di prove, studi ed esperienza che al momento giusto vengono intrecciati in Virtuosismi musicali 

Il fotografo al momento dello scatto richiama istintivamente la sua esperienza, le immagini viste e quelle scattate, traducendo il mondo che lo circonda in spontanee costruzione dell'immagine.

Un improvvisazione visiva dettata dall'esperienza  e dall'istinto.

 

In tutto questo interviene proprio la composizione fotografica: L'arte di saper comporre gli elementi della nostra fotografia all'interno del nostro frame

Quando si pensa alla composizione ci sono una serie di regole standard che spesso vengono date per buone e applicate su tutto ciò che si scatta. E' importante comprendere che la composizione è un punto d' inzio. E' la grammatica con cui poi giocare, scrivere e comporre. La si deve conoscere per poi farla diventare propria.

 Screen_Shot_2015-10-13_at_10.08.55.png

Quando si compone si deve prestare attenzione ad ogni singolo centrimetro della nostra immagine

Tutto conta ! - non lasciate nulla al caso 

Partite dai bordi e andate verso il centro e pensate sempre  " cosa succede nei vari livelli della mia immagine?"

 Saremo noi a condurre l'occhio del nostro interlocutore .

 

Sotto: Bruce Gilden  -street photography - Un immagine apparentemente istintiva cela preparazione e capacità di prevedere l'azione. Questo scatto funziona su tutti i livelli. in primo piano abbiamo i due uomini che camminano e la coppia che si bacia, l'ombra della coppia ci dirige verso la parte posteriore, un altro livello d'azione.  L'uomo  osserva una vetrina, il riflesso di un altro uomo  aggiunge un nuovo livello e poi da dietro le teste dei due soggetti più vicini,  sbucano quasi impertinenti degli occhi curiosi che riportano al soggetto principale.

Un triangolo dinamico che non lascia spazio alla casualità. Istintività premeditata.

 Screen_Shot_2015-10-13_at_10.07.10.png

 

Uno degli errori più comuni è quello di pensare solo al soggetto principale dimenticandosi di contestualizzarlo o creare un ambiente meno descrittivo e più narrativo.

Pensata alle linee che compongono le immagine e come queste riescono a dirigere  il nostro sguardo. 

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.10.00.png

Osservate gli occhi e le movenze dei soggetti: Gli occhi generano linee di forza che bilanciano e creano equilibrio e riempiono gli spazzi vuoti.

Trovate un ottima composizione e aspettate che accada qualcosa

Prevenite l'azione e scattate cogliendo l'attimo

Trovatevi il vostro punto di vantaggio. Cambiate prospettiva e ottenete l'accesso di cui avete bisogno. 

 

Sotto:David Alan Harvey - si crea la sua composizione, molto azzardata, osa nella sua estrema capacità di raccontare e cogliere gli elementi necessari e mai superflui. Nelle foto notiamo come tutti gli elementi si bilanciano. Basterebbe che ne mancasse uno che l'equilibrio simbiotico si spezzerebbe rendendo la fotografia incompleta

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.07.40.png

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.08.03.pngScreen_Shot_2015-10-13_at_10.07.58.pngScreen_Shot_2015-10-13_at_10.07.52.png

 

Quando si compone la nostra immagine pensate al contenuto dello scatto.

 Si tratta di un immagine che necessita una composizione elaborata? O si tratta di uno scatto con un forte contenuto emotivo, magari giornalistico , che non necessita di una composizione ridondante ma cerca semplicità e impatto.?

Spesso la composizione è semplicemente essere riuscito ad ottenere il permesso di scattare. Aver ottenuto l'onore di immortalare la storia.

Altre volte la composizione è necessaria per interpretare narrativamente e artisticamente i soggetti meno eloquenti. 

 

sotto:  World Press Photo 2011 -  La foto dell'anno è della fotoreporter sudafricana Jodi Bieber. Sua l'immagine del volto sfigurato della 18enne afghana Bibi Aisha, finita su una discussa copertina del Time come simbolo delle violenze subite dalle donne in Afghanistan.

 Screen_Shot_2015-10-13_at_10.09.41.png

 

Sotto Weston e LeChapelle - Studio photography - soggetti che necessitano composizione 

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.09.47.png

 

Regola dei terzi e sezione Aurea

La collocazione del nostro soggetto è di fondamentale importanza in fotografia. Una delle regole base è la Regola dei Terzi.

Il frame viene diviso da due linee verticali e due orizzontali. I punti in cui queste si intersecano sono i punti d'interesse della nostra immagine, dove in teoria dovrebbero essere collocati i soggetti. 

La regola dei terzi è una semplificazione della ben più strutturata sezione aurea che stabilisce matematicamente l'armonia visiva . Fin dai tempi dei greci questa divisione matematica veniva applicata nelle scultura e nelle costruzioni, portata poi alla luce nuovamente da Leonardo Da Vinci e successivamente il Rinascimento pittorico.

 

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.09.15.pngScreen_Shot_2015-10-13_at_10.09.23.png

Screen_Shot_2015-10-13_at_10.09.09.png

 

Quando Componiamo la nostra immagine dobbiamo tener conto della collocazione del piano dell'orizzonte e dei soggetti che vogliamo includere.

Comporre significa saper escludere. Capire cosa diventa superfluo e lasciarlo al di fuori del nostro scatto

 

Sotto:  red-bull-illume-winner - Chris Burkad - specializzato in fotografia di surf attende che il surfista si collochi in uno dei punti forti della composizione . Immagina forte, dinamica e bilanciata

red-bull-illume-winner.jpg

 

 

Sotto: Roberto Zampino . Dopo aver scalato illegalmente un grattacielo londinese realizza quest'immagine tenendo conto dele linee di forza e della struttura della foto. 

Kuba_parkour2.JPG

 

 

Sotto: Jimmy Chin - climbing photographer , trova iul suo accesso e scatta quando tutti gli elementi sono in perfetto equilibrio

jimmychin_birdman.jpg

 

Sotto: Ben Lowy - Realizza i suoi reportage con il suo cellulare e utilizzando Instagram -

la composizione prescinde dal mezzo utilizzato, è tutta attesa, accesso, attimo e visione.

08.png

 

Sotto: Jimmy Nelson - Before They Die - Racconta la storia delle popolazioni ancora incontaminate , composizione semplice e potente , creata grazie all'utilizzo di flash esterni e colori contrastanti

 

MASAI-13.jpg

 

Sotto: Maurizio Rellini alza moltissimo l'orizzonte dello scatto dando spazio all'equilibri materico che si crea grazie al flusso dell'acqua e ai sassi.

La fotografia è tutta una scelta. Cosa Evitare, Cosa scattare. Come Scattare. 

La capacità decisionale del fotografo farà la differenza.

 

10815614_10204296937256562_1585236721_o.jpg

 

Concludendo:

Ho voluto riassumere una delle lezioni più importanti dei nostri corsi e workshop, il saper osservare e immaginare la nostra fotografia.

Per impoarare a comporre si deve osare, osservare e scattare. Non ci sono scorciatoie se non continuamente mettersi in gioco.

Ricordatevi sempre di andare oltre ciò che si vede, di osservare  essere visionari e prevedere ciò che potrebbe accadere.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Slowmotivation

Dal blog www.robertozampinophoto.com 

 

Con gli anni la  fotografia é diventata parte integrante della mia vita. Non è solo un lavoro ne la definirei  una passione. La fotografia é diventata uno stile di vita.

Con gli anni mi sono reso conto che la fotografia ha rinforzato alcuni aspetti del mio carattere, smussato altri ed é stata una grande maestra di vita.

Se non avessi avuto avuto la mia macchina fotografica tra le mani non avrei mai vissuto buona parte delle magnifiche esperienze che mi hanno formato .

Ho incontrato persone eccezionali, scoperto l’essenza di molte città , ho  viaggiato e ho condiviso questo amore con tutti i miei studenti.

 

QUESTA É UNA PICCOLA LISTA CHE SCHERZOSAMENTE HO REDATTO CON

LE 50 COSE CHE HO IMPARATO GRAZIE ALLA FOTOGRAFIA

 

La fotografia mi ha insegnato:

 

  • - Ad essere me stesso e credere i quello che faccio, senza compromettere il mio lavoro, il mio stile e la mia voglia fare
  • - Ad essere più’ curioso
  • - A gettarmi a capofitto in cio’ che accade e scoprirne le radici
  • - A non aver timore del confronto , a mostrare i propri lavori, accettare i feedback e apprezzare le critiche costruttive
  • - A discutere con perfetti estranei da ogni parte del mondo
  • -  A mandare centinaia di email per riuscire a pubblicare un articolo

roberto zampino street documentary photographer bolivia - el alto market la paz

 

- Ad esplorare un nuovo mondo ogni volta che faccio un passo fuori casa

- Ad andare a lavorare e pensare “ e mi pagano pure per fare quello che faccio

- A non accontentare il cliente,  ma sorprenderlo con le caratteristiche che definiscono la mia fotografia

- A non fare l’errore numero uno di molti i “photographers” su Facebook – essere uguale agli altri

- A non sottovalutare il mio lavoro facendolo pagare miseria e rovinare il mercato

 

- A dire NO.

 

  • - Ad avere pazienza
  • - Ad aspettare il momento adatto
  • - Ad essere Spontaneo

roberto zampino lastminute spontaneity champion -  il giornale di sicilia

 

  • - A riuscire ad apprezzare la bellezza nelle piccole cose
  • - Che la fotografia é un mezzo di comunicazione  potentissimo
  • - A spendere giornate intere a passeggiare osservando e scattando fotografie con il cuore
  • - Che si impara sempre e da tutti.
  • - Che il click é una conseguenza non una motivazione

  • - Che un ritratto a volte va chiesto , a volte va rubato e a volte va solo ricordato
  • - Che una buona foto racconta non descrive
  • shootgun in cyprus - wedding photography - roberto zampino
  • - A non fare l’errore numero due di molti “photographer” su facebook – discutere solo tecnologia e macchine fotografiche
  • - A capire che un bravo fotografo può realizzare opere d’arte con una DSLR , telefonino, compact, foro steneopeico
2013-07-06 06.25.26
  • - Che una macchina fotografica professionale ê semplicemente la macchina fotografica utilizzata da un professionista

  • - Che le scuse non portano indietro un momento perso. Meglio star zitti e prevedere la prossima azione
  • - Che l’unico modo di far bene quello che si fa é amare profondamente 
  • - Che le tue foto avranno sempre qualcosa di sbagliato
  • - Che ci sara sempre un blogger, un Facebook user  che dira’  “ bella ma io avrei fatto …. “ o “ bella , peccato … bla bla)
  • - Che in fotografia si deve osare

10372072_10202163429183329_7155206972925341602_n
  • - Che ci sara sempre qualcuno che ti dira’ “ bella foto! che macchina fotografica hai utilizzato? certo… con macchine come la tua…” e verrà zittito quando spiegherai che é una foto fatta con ilcellulare.
  • - Che qualche zia, sorella, amica di amici, cugine di parenti, parenti di nipoti hanno una macchina fotografica e sono dunque sono  fotografi ..semplicemente sorridete 
  • - Che il sito é una finestra sul mondo e si é valutati al 90 percento per come é strutturato e non per quello che ci inserite… io ancora devo capirlo meglio
  • - Che fotografare significa combinare reattività, creatività, tecnica e follia (almeno nel mio caso)
  • - Che la fotografia è una scelta costante, quale macchina, quale momento, quale soggetto, quale iso, quale setting, che foto lasciar, quale eliminare, quale pubblicare, quale ritoccare… e che l’indecisione porta al fallimento. meglio osare, rischiare ed eventualmente sbagliare invece di non aver tentato affatto per timore di fallire
  • - Che per migliorare si deve praticare giornalmente.

  • - Che non ci sono scorciatoie, solo strade differenti da percorre
  • - Che devi essere capace di spiegare il proprio stile in 2 linee , altrimenti non hai capito che tipo di fotografo sei
  • - Che avere timore di fotografare qualcuno equivale a non comprendere il significato reale di quello scatto.
  • - Che in una storia di 3000/4000 scatti solo 10/15 verranno scelti … rassegnati
  • - Che il successo si raggiunge quando si vive la vita che si desidera o si comprende che si é nella giusta direzione, magari con ostacoli quasi insormontabili , ma comunque nella giusta direzione, e non da quanti servizi, pubblicazioni vendete.
  • - Che ogni millimetro della nostra composizione ha un significato
  • - A non giudicare e rimanere oggettivi di fronte alle mie storie,  cercando di indagare profondamente le motivazioni e il passato dei miei soggetti.
  • - Che il primo a dover sorridere é il fotografo, non il soggetto 
  • - Che reprimere se stessi e accontentarsi di vivere una vita che  non é la vostra non é ciò per cuil’essere umano é stato designato.
night climbingsmall_75
  • - Che far parte delle masse uccide la creatività e determina stereotipi di vita alla qualche inconsciamente ci si adatta.
  • - Che cio’ che viene insegnato a scuola e che spesso i vostri più cari cercano di inculcarvi non ê sempre la cosa migliore per voi ma quello che loro credono la più’ sicura. 
  • - Che non si vive per lavorare, e non si studia per trovare un lavoro.  Ma si Lavora per costruire un sogno e si studia per rinforzarne le fondamenta 
  • -Che la vita é troppo breve per essere troppo seri – quindi Scattate e divertitevi 

Pubblicato in Slowmotivation

 

uscita fotografica gratuita all'insegna della valorizzazione territoriale

 

La fotografia intesa da noi di slowmotion non è solo ricerca dell'immagine e della storia ma anche amicizia e incontri. gli #slowmeet, incontri slowmotion nascono proprio dall'idea di unire la passione per la fotografia e la scoperta con la voglia di condividere e conoscere nuova gente! Domenica 12 Aprile ci riuniremo alle 14.30 ai monumento dei caduti, da dove partiremo per una passeggiata fotografica alla riscoperta del territorio Siracusano.

 

La fotografia sarà un mezzo per raccontare e riappropriarsi delle bellezze spesso nascoste o dimenticate.

Cercheremo di dar vita ad uno dei luoghi più suggestivi di siracusa , che tra roccia e mare riesce ad affascinare tanto il turista quanto i local. 

 

Faremo una passeggiata rilassante , con l’intenzione di muoverci, stimolare la creatività e respirare la brezza del mare.

https://www.facebook.com/events/703702766407796/

Pubblicato in Eventi

Ho frequentato l'accademia di belle arti di Macerata e trovarmi a parlare di fronte a centinaia di studenti di un corso simile a Catania è stato emozionante. 

Provenendo dallo stesso percorso di studi ed essendo relativamente fresco di laurea mi sono immedesimato nelle paure e nelle incertezze dei miei interlocutori. "Riusciremo mai a fare ciò che desideriamo?" " troveremo mai un lavoro"?  Mi chiedevo le stesse cose.

 

Nessuna università assicura un lavoro per cui sono convinto che sia meglio studiare qualcosa che veramente piace e questo fù il motivo della mia carriera universitaria. Viviamo in una società che tende a preparare il futuro lavoratore a diventare parte di un sistema lavorativo dedito alla carriera, al bisogno e al posto di lavoro. Nessuno mi diceva di sbagliare, di rischiare, di sognare alto. Il rischio fa male, cadere è pericoloso e per rialzarsi hai bisogno del doppio della forza.

Vivere senza sogni  è il vero rischio. L'immobilità e la passività sono alla base dell'infelicità. Volete qualcosa nella vita? andate a prenderla. 

Questo avrei voluto sentirmi dire nei miei anni di università. Volevo sentirmi dire " ci puoi riuscire" , "fatti male", "segui le tue passioni" eppure spesso le conversazioni vertevano verso "l'arte è morta" , "la fotografia non ti darà da mangiare". 

FUJI_the_dot_creative1_2.jpg


 

Davanti ad una platea di 160 studenti universitari ho voluto, non solo spiegare la fotografia di viaggio, ma  suggerire l'atteggiamento positivo con cui si inseguono i propri sogni. La differenza tra chi riuscirà e chi purtroppo no sta nella perseveranza e nella capacità di dare ascolto solo a chi come te ha deciso di rischiare. 


La lezione di circa 2 ore è stata movimentata e intervallata da immagini, racconti, episodi e battute. Ho portato in aula le mie esperienze, pubblicazioni e l'atteggiamento professionale con il quale affronto i miei viaggi.

Tutto ritorna ad un paio di concetti fondamentali:


- si te stesso  

- il click è il vertice ultimo di una grande preparazione, l'ultimo anello di una catena.

- esci dalla confort zone

- osserva

- osa


Ho deciso di pubblicare le slide che ho mostrato così da condividere con tutti i lettori questa meravigliosa esperienza che il gruppo di lavoro The Dot Creative ha organizzato al palazzo della cultura di Catania con l'accademia di belle arti.

Buona Visione ,

Non dimenticatevi di seguire la pagina!

 

 Fotografia di viaggio - atteggiamento e idee per la fotografia di viaggio 

 

 

Pubblicato in Eventi

La fotografia come conseguenza, Un mezzo per suscitare domande.


Parte così il workshop di due giorni sulla fotografia documentaristica che ha stregato i moltissimi partecipanti. Paolo Marchetti, instancabile, si è concesso senza sosta , rivelando la sua umanità, professionalità e il metodo con il quale ha conquistato l'editoria internazionale e tutti i più grandi Awards e Grants.

Non è stato un workshop di fotografia, ma un continuo immergersi in storie e vite, un elogio all'umiltà e all'amore per ciò che si fa. Sono certo che tutti noi siamo tornati a casa leggermente, se non profondamente cambiati.

Durante Il workshop, Paolo ha presentato alcuni dei suoi lavori più importanti discutendo dell'intero processo, dalla concezione dell'idea alla pubblicazione. 

 

 

Screen_Shot_2015-03-31_at_12.57.51.png

 

 

In seguito alcune note registrate durante i magnifici giorni insieme.


Non c'è foto se non ci siamo noi dentro


- La fotografia è conseguenza dell'esperienza, non è altro che l'ultimo anello


- La fotografia è l'unica arte "fuori da noi" , la scrittura, la pittura viene da dentro, la fotografia ha bisogno di qualcosa "la fuori"


- Dobbiamo avere la curiosità di un bambino. Essere sempre curiosi della vita


- Ricordatevi di fare delle fotografie con il vostro soggetto e non del vostro soggetto, dovete fare i conti con voi stessi.


- Ho avuto il privilegio di amare la fotografia


- Per realizzare una buona foto si deve partire da noi stessi , non dalla foto


- Onestà e pura curiosità, ecco la mia fotografia


- Fotografare significa assumersi delle responsabilità d dire qualcosa e fare cultura


- In Fever Non mostro la rabbia espressa, non giudico. Quello che voglio raccontare è una rabbia silente in persone che sono come noi.


- Devi innamorarti della tua idea e seguirla


- Chiediti sempre , "cosa voglio fare con le mie foto?"


- Io sono la mia unica fortuna


- I fallimenti sono uno stimolo per andare avanti


- Quando ho una macchina fotografica in mano divento la persona che vorrei essere 


- La fotografia deve aggiungere delle domande


- L'editing è il "come te lo dico" - è la vostra identità 


- Il principio base è esserci, 


- Ogni problema tecnico sviluppa delle conseguenze creative


- Fotografo guardando in "metafora"


- La semplicità è potentissima


- La fotografia è il suo contenuto


- Non date tregua alla sfiga


- Pensate a delle foto che siano i verbi e altre che siano le virgole delle vostre storie.


- La fotografia è tutto ciò che decidi di lasciare fuori


- Raggiungere l'essenza : forma - essenza - semplicità


- Lasciatevi a casa il "lo faccio domani"


- Prima di lavorare sui vostri lavorate su voi stessi, dovete avere un atteggiamento aperto nei confronti della vita!

 

"Che i siciliani fossero un bacio lento sul cuore lo sapevo...ma tanta generosità mi terrà al caldo per molto tempo.."




I commenti dei partecipanti al workshop


Una grande persona prima che un grande fotografo, un gruppo curioso e instancabile, un weekend che, tra riflessioni, cibo e risate, ha lasciato il segno! Grazie Paolo Marchetti, è stato un onore lasciarci ispirare da te! #‎livingadream 

 

Staff Slowmotion



Non mi piace chiamarlo Workshop..lo trovo riduttivo.
Sono stati 2gg intensi, di ascolto, di opinioni, di racconti, di esperienze.
Ho visto una purezza d'animo non comune, una passione per la fotografia che fà urlare il cuore di gioia.
Un'infinita umiltà nel far conoscere senza necessariamente esaltare il proprio Ego.
La rara capacità di osservare senza giudicare, una trasparenza e un'onestà nel racconto.

Ascoltare gli insegnamenti e trarre giovamento dagli stessi è un'esperienza che ti fortifica, che lascia una traccia, che scuote e fà urlare qualcosa dentro.
Decidere di cavalcare un'onda sconosciuta è un pò una sfida: vieni investito in pieno e adesso non vedi l'ora di potere rivivere quel momento.
Se un giorno mai avrò l'occasione di sfogliare le pagine della mia vita, sicuramente partirebbe un sorriso nel ricordo puro di questi giorni.
Una spremuta piacevole,esilarante,emozionante. 
Sono fiera di avere dedicato il mio tempo in qualcosa di costruttivo. 
Insegnare è imparare due volte.

Ps: Quando le corde delle emozioni vibrano hai fatto centro. Colpita ed affondata!
Grazie Paolo,

 

Norma



Due giorni intensi di vera fotografia, ma non solo, ho avuto il piacere è l'onore di conoscere @Paolo Marchetti, mi ha riempito il cuore è aperto la mente! Grazie Paolo!

 

Marco Pasqua



The privilege to meet someone who is highly inspiring from a deep perspective of the core of true life. View's the world from the root revealing the pains & suffering of humans, transpiring this into a Vivid truth of how we humans passes trough 'The Journey of Life' without noticing that They, You and Me have a Choice and a Voice to make a difference. The Change begins with you... I'm extreme Thankful to have met Paolo Marchetti, Short exchange yet powerful.

 

Sunita


 

 

Commossa... Estasiata.... Torno col magone ma con tante belle emozioni e parole! Grazie Paolo Marchetti, 

 

Mirandolina


 

Viaggio in Thailandia?

Dopo questo primo incontro ne seguiranno sicuramente altri. Intanto si parla di un viaggio in Thailandia con Lui! 7 giorni per imparare e condividire questo amore per la vita e la fotografia. Solo i primi 6 massimo 8 potranno accedere al workshop - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Leggi l'intervista a Paolo Marchetti

 

11071598_1601245183424632_98243633147191724_o.jpg


Pubblicato in Workshop

ultimi articoli

Quando un corso di fotografia è molto di più - Esito dei corsi base avanzato e photoshop realizzati a siracusa !

Rajasthan - Fotografia e racconti di viaggio dall'India

Corso avanzato di fotografia a Catania & Extreme sport photography Workshop

Slider

YOUTUBE CHANNEL

INSTAGRAM

newsletter

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità targate Slowmotion? Iscriviti alla nostra Newsletter!