Slowmotion - Viaggi fotografici e Workshop di Fotografia
 


In occasione della giornata mondiale della Filosofia e in collaborazione con Nuova Acropoli Floridia vi invitiamo a partecipare al concorso fotografico

 

"Amore è Rinascita: Nella Natura, nella Solidarietà, nella Conoscenza "

 

Il concorso è aperto ad amatori e professionisti con nessun limite in termini di attrezzatura ed espressione fotografica.

Si potrà partecipare con un massimo di 3 fotografie nelle categorie Foto Singola e Storia

 

La storia:

3 fotografie che raccontano e hanno una consequenzialità. immagini correlate che trasmettono un emozione/storia/visione in 3 scatti

 

Foto singola

La fotografia che più incarna visivamente e concettualmente il tema trattato.

 

Modalità di Partecipazione

 

I partecipanti dovranno inviare le foto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. in formato JPEG compresso, non superiore a 2 MB 

Si potrà partecipare con immagini Instagram utilizzando l’hastag #amoreefilosofia ,

 

I vincitori

 

La giuria premierà una storia e una fotografia singola.

Entrambi i vincitori potranno usufruire di un Corso di fotografia o Workshop per il valore di 250 Euro e Un corso di Filosofia

 

La giuria

 

A giudicare le fotografie saranno due fotografi, due esperti in filosofia e il Sindaco di Floridia. 

Il criterio secondo cui si sceglierà il vincitore è l'attinenza con il tema legato alla capacità espressiva ed emotiva della fotografia. 

 

 

LOCANDINA_GMF_2015.jpg

Pubblicato in Competizioni

Concorso fotografico "AFRO" - in occasione dell' Ortigia sound system festival - festival internazionale della musica a Siracusa

 

Slowmotion photography holidays and workshops, con la media partnership di IgersSiracusa, lancia un contest fotografico su Instagram mirato a raccontare aspetti particolarmente attuali come l’accoglienza e le multiculturalità. L’occasione è offerta dalla seconda edizione di Ortigia Sound System Festival, la rassegna musicale che avrà luogo in Ortigia il 31 luglio e l’1 agosto 2015 con tema le sonorità afro, declinate in forme varie e innovative.

 

Il contest #OSS2015 si rivolge a tutti i fotografi, gli appassionati e gli Instagramers che hanno voglia di raccontare e mettersi in gioco avvicinandosi e interagendo con le persone, ma anche osservando con occhi nuovi la realtà che ci circonda quotidianamente. 

Il contest ha come finalità la ricerca dei tratti comuni e delle differenze che legano la Sicilia e l’Africa. La multiculturalità è ormai entrata in modo inarrestabile nella nostra società e ci ha dimostrato che popoli apparentemente lontani sono in realtà accomunati da passioni comuni, come l’amore per la musica. Inoltre, l’obiettivo è valorizzare il talento artistico e la creatività che i partecipanti possono esprimere attraverso fotocamere digitali quali smartphone, compatte, reflex o qualunque dispositivo digitale in grado di scattare ed elaborare una fotografia. 

Il contest si svolge dal 4 al 26 luglio 2015. Le foto dovranno pervenire entro questa data alle ore 24:00.

 

Come partecipare 

 

È necessario possedere un profilo Instagram e seguire i profili @slowmotion_travels e @igers.siracusa. La partecipazione al concorso è completamente gratuita e si può partecipare con un numero illimitato di fotografie, anche se già pubblicate, purché vengano inseriti gli hashtag #OSS2015 e #igerssiracusa, pena esclusione dal contest.

 

Ogni foto dovrà essere corredata delle seguenti informazioni: 

· Data dello scatto

· Luogo

· Breve descrizione
o commento personale, che racconti le circostanze in cui è stata scattata la foto, un’emozione o un ricordo legato al soggetto.

 

Limiti alla partecipazione

 

L’unico limite è relativo ai contenuti delle immagini, i quali non devono essere contrastanti con le leggi, con il presente regolamento o con il comune senso del pudore, pena l’esclusione dal contest ad insindacabile giudizio della giuria. 

 

Il voto e la premiazione

 

Le 10 foto che riceveranno più like su Instagram accederanno alla finale del contest #OSS2015, quindi consigliamo di condividere gli scatti su tutti i profili social per avere più amici e amici di amici a supporto. I vincitori finali saranno decisi da una giuria tecnica composta dai membri del team di Slowmotion e Igerssiracusa. Le caratteristiche discriminanti saranno la rappresentatività, l’originalità e la coerenza con il tema.

 

Il primo premio consisterà in un corso o un workshop di fotografia a scelta tra quelli proposti da Slowmotion photography holidays and workshops dal valore di 260 EURO,

consultabili sul sito www.slowmotiontravels.com, più l’ingresso gratuito all’Ortigia Sound System Festival per due giorni.

 

Il secondo premio prevede una maglietta ufficiale Ortigia Sound System, più l’ingresso gratuito per due giorni.

 

Il terzo premio è l’ingresso gratuito per due giorni. Nel caso in cui siano già stati acquistati i biglietti in prevendita, questi ultimi verranno rimborsati.

 

Inoltre, le foto che la giuria reputerà più belle e significative verranno condivise su tutti i canali social (Instagram, Twitter, Facebook) di Slowmotion photography holidays and workshops e Igerssiracusa, con una menzione speciale per gli autori. 

Gli scatti migliori verranno scelti ad insindacabile giudizio personale della giuria e i vincitori finali verranno proclamati durante la prima serata del Festival il 31 luglio 2015. La vincita è cedibile a terzi.

 

Condizioni di utilizzo delle foto 

I partecipanti al contest autorizzano lo staff di Ortigia Sound System, Slowmotion photography holidays and workshops e IgerSiracusa a utilizzare e diffondere in qualsiasi momento e con qualsiasi mezzo il materiale inviato per le finalità e le attività connesse al contest e per iniziative future, senza necessità di preavviso all’autore. L’autorizzazione all’utilizzo delle fotografie è concessa a titolo gratuito. I partecipanti al contest rimangono titolari del diritto d’autore sulle fotografie inviate. 

 

 

Date evento: 31 luglio e 1 agosto  2015

Location: 

31 Luglio - Ex Convento del Ritiro Impact Hub Siracusa

01 Agosto - Arena Maniace

 

 

Per ulteriori informazioni 

Sito Ufficiale: www.ortigiasoundsystem.com/

pagina fb: www.facebook.com/ortigiasoundsystem?fref=ts

evento fb: www.facebook.com/events/772285822884333/

www.slowmotiontravels.com

Pagina Facebook Instagramers Siracusa

E-mail: 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Competizioni

 

Quando Vivi in un Luogo a Lungo, diventi cieco perché non Osservi più Nulla.

Io viaggio per non diventare cieco.

Josef Koudelka

 

_ICM7481_copy.jpg

 

 

 

 

 "Ma forse la verità è che Venezia premia coloro che hanno il coraggio di perdersi"

scrive la blogger Letiia nel suo articolo " venezia amore ad ogni scatto " ed è stato proprio vero. Venezia ci ha premiati.  Armati di voglia di raccontare , esplorare  e macchine fotografiche noi di Slowmotion abbiamo cercato una Venezia meno turistica e più spontanea. Attraverso la fotografia ognuno di noi ha interpretato questi luoghi magici in maniera assolutamente differente,

 

La fotografia è d’altronde  Una realtà oggettiva che viene restituita al mondo con un taglio soggettivo. È una realtà filtrata e interpretata attraverso la nostra composizione e la nostra tecnica. Una visione del mondo divenuta unica.

 

Questi tre giorni ci hanno permesso di instaurare legami e cimentarci nella travel photography in uno dei luoghi più difficili da fotografare a causa della sua notorietà. Venezia possiede  una corazza ispessita da milioni di visitatori  che rendono difficoltosa la percezione della città. Lei in realtà è timida. Si cela alle spalle di piazza San Marco , lontano dai caffè a 4  Euro e i negozi di cianfrusaglie. Venezia veste tutte le maschere che gli vengono attribuite e solo chi si affida all'istinto, chi segue quel filo di Arianna immaginario tra i dedali di calli e fondamenta riesce a penetrare quella spessa corazza e scoprirne la natura lenta, introversa ed elegante.

 

La fotografia è stato il mezzo che ci ha spinto a voler vedere oltre, camminare per ore , mietere chilometri, dimenticarci di pranzare  e svegliarci alle 4 del mattino.  il workshop è stato caratterizzato da alcuni esercizi che hanno aiutato i partecipanti a sfidare la loro zona di conforto e realizzare fotografie inaspettate.  

 

_ICM7426_copy.jpg 

Il primo giorno abbiamo vagato senza scattare. Dopo un  introduzione alla street and travel ( le slide sono sotto) dovevamo respirare la città , immergerci e diventare un tutt’uno con l’ambiente. La fotografia è l’anello ultimo di una catena emozionale e culturale. Noi dovevamo assemblare quella catena prima dei click. Abbiamo osservato le movenze lente dei gondolieri e le espressioni di vecchi veneziani alle prese con discorsi politici.

 

Il secondo Giorno è stato dedicato all’esplorazione , al perdersi, allo scattare individualmente e al parlare con la gente. Non mi piace andare in gruppo quando si scatta. Avventarsi su qualcuno con 10 macchine fotografiche denatura il concetto di fotografia e di Decisive Moment, per cui i nostri workshop hanno momenti in gruppo e momenti di crescita personale in solitudine. Ai ragazzi è stato chiesto di prestare attenzione alla gente , ai movimenti e soprattutto concentrarsi a osservare. Ridurre la quantità è migliorare la qualità degli scatti. 

 

Una giornata produttiva, intensa, stancante ma che ci ha permesso di scovare chicche venete, aperitivi galleggianti e colori mozzafiato.

 

Il terzo giorno , Domenica , la sveglia ha suonato alle 4. Cercavamo una Venezia nuda. All’alba i colori dei lampioni si fondono con i primi raggi del sole che filtrano dalle nubi basse all’orizzonte. San Marco si estende a vista d’occhio quando è vuota. Una miracolo dell’architettura che con questa luce sembrava baciata da Dio. Anche le gondole sembravano oscillare più quietamente fissate con le loro corde ai pontili. Liz , una nostra ospite Blogger scrive:

Piazza San Marco dà l’impressione di essere infinita senza le migliaia di persone che di solito la popolano abitualmente. Niente venditori ambulanti, niente piccioni, niente di niente, solo silenzio. Alzo gli occhi e saluto il “paron de casa” (il campanile di San Marco) poi passo oltre e mi dirigo verso il bacino. Il blu della notte sta lasciando piano, piano il posto alle prime luci. Scatto qualche foto, ma è quasi un peccato guardare Venezia all’alba da dietro un obiettivo.

 

Il resto della giornata è stato dedicato all’esplorazione della laguna e delle isole di Murano, Burano e Torcello. Dopo questa doccia di colori e frittura di pesce quietamente, felici e con tanta bellezza ancora nel nostro immaginario termina la nostra avventura veneta. 

 

“SLOW” E  MOMOTION” , DALL’INGLESE MOVIMENTO LENTO E PONDERATO. UN ELOGIO ALLA CALMA ALLA SCOPERTA E ALL’OSSERVAZIONE.

L’uomo ha bisogno del viaggio, del vagabondaggio.  Perdersi nobilita l’animo e ritrovarsi fortifica l’anima.

 

 

 

Pubblicato in Fotografia di viaggio

 

uscita fotografica gratuita all'insegna della valorizzazione territoriale

 

La fotografia intesa da noi di slowmotion non è solo ricerca dell'immagine e della storia ma anche amicizia e incontri. gli #slowmeet, incontri slowmotion nascono proprio dall'idea di unire la passione per la fotografia e la scoperta con la voglia di condividere e conoscere nuova gente! Domenica 12 Aprile ci riuniremo alle 14.30 ai monumento dei caduti, da dove partiremo per una passeggiata fotografica alla riscoperta del territorio Siracusano.

 

La fotografia sarà un mezzo per raccontare e riappropriarsi delle bellezze spesso nascoste o dimenticate.

Cercheremo di dar vita ad uno dei luoghi più suggestivi di siracusa , che tra roccia e mare riesce ad affascinare tanto il turista quanto i local. 

 

Faremo una passeggiata rilassante , con l’intenzione di muoverci, stimolare la creatività e respirare la brezza del mare.

https://www.facebook.com/events/703702766407796/

Pubblicato in Eventi