Slowmotion - Viaggi fotografici e Workshop di Fotografia
 

Dal blog www.robertozampinophoto.com 

 

Con gli anni la  fotografia é diventata parte integrante della mia vita. Non è solo un lavoro ne la definirei  una passione. La fotografia é diventata uno stile di vita.

Con gli anni mi sono reso conto che la fotografia ha rinforzato alcuni aspetti del mio carattere, smussato altri ed é stata una grande maestra di vita.

Se non avessi avuto avuto la mia macchina fotografica tra le mani non avrei mai vissuto buona parte delle magnifiche esperienze che mi hanno formato .

Ho incontrato persone eccezionali, scoperto l’essenza di molte città , ho  viaggiato e ho condiviso questo amore con tutti i miei studenti.

 

QUESTA É UNA PICCOLA LISTA CHE SCHERZOSAMENTE HO REDATTO CON

LE 50 COSE CHE HO IMPARATO GRAZIE ALLA FOTOGRAFIA

 

La fotografia mi ha insegnato:

 

  • - Ad essere me stesso e credere i quello che faccio, senza compromettere il mio lavoro, il mio stile e la mia voglia fare
  • - Ad essere più’ curioso
  • - A gettarmi a capofitto in cio’ che accade e scoprirne le radici
  • - A non aver timore del confronto , a mostrare i propri lavori, accettare i feedback e apprezzare le critiche costruttive
  • - A discutere con perfetti estranei da ogni parte del mondo
  • -  A mandare centinaia di email per riuscire a pubblicare un articolo

roberto zampino street documentary photographer bolivia - el alto market la paz

 

- Ad esplorare un nuovo mondo ogni volta che faccio un passo fuori casa

- Ad andare a lavorare e pensare “ e mi pagano pure per fare quello che faccio

- A non accontentare il cliente,  ma sorprenderlo con le caratteristiche che definiscono la mia fotografia

- A non fare l’errore numero uno di molti i “photographers” su Facebook – essere uguale agli altri

- A non sottovalutare il mio lavoro facendolo pagare miseria e rovinare il mercato

 

- A dire NO.

 

  • - Ad avere pazienza
  • - Ad aspettare il momento adatto
  • - Ad essere Spontaneo

roberto zampino lastminute spontaneity champion -  il giornale di sicilia

 

  • - A riuscire ad apprezzare la bellezza nelle piccole cose
  • - Che la fotografia é un mezzo di comunicazione  potentissimo
  • - A spendere giornate intere a passeggiare osservando e scattando fotografie con il cuore
  • - Che si impara sempre e da tutti.
  • - Che il click é una conseguenza non una motivazione

  • - Che un ritratto a volte va chiesto , a volte va rubato e a volte va solo ricordato
  • - Che una buona foto racconta non descrive
  • shootgun in cyprus - wedding photography - roberto zampino
  • - A non fare l’errore numero due di molti “photographer” su facebook – discutere solo tecnologia e macchine fotografiche
  • - A capire che un bravo fotografo può realizzare opere d’arte con una DSLR , telefonino, compact, foro steneopeico
2013-07-06 06.25.26
  • - Che una macchina fotografica professionale ê semplicemente la macchina fotografica utilizzata da un professionista

  • - Che le scuse non portano indietro un momento perso. Meglio star zitti e prevedere la prossima azione
  • - Che l’unico modo di far bene quello che si fa é amare profondamente 
  • - Che le tue foto avranno sempre qualcosa di sbagliato
  • - Che ci sara sempre un blogger, un Facebook user  che dira’  “ bella ma io avrei fatto …. “ o “ bella , peccato … bla bla)
  • - Che in fotografia si deve osare

10372072_10202163429183329_7155206972925341602_n
  • - Che ci sara sempre qualcuno che ti dira’ “ bella foto! che macchina fotografica hai utilizzato? certo… con macchine come la tua…” e verrà zittito quando spiegherai che é una foto fatta con ilcellulare.
  • - Che qualche zia, sorella, amica di amici, cugine di parenti, parenti di nipoti hanno una macchina fotografica e sono dunque sono  fotografi ..semplicemente sorridete 
  • - Che il sito é una finestra sul mondo e si é valutati al 90 percento per come é strutturato e non per quello che ci inserite… io ancora devo capirlo meglio
  • - Che fotografare significa combinare reattività, creatività, tecnica e follia (almeno nel mio caso)
  • - Che la fotografia è una scelta costante, quale macchina, quale momento, quale soggetto, quale iso, quale setting, che foto lasciar, quale eliminare, quale pubblicare, quale ritoccare… e che l’indecisione porta al fallimento. meglio osare, rischiare ed eventualmente sbagliare invece di non aver tentato affatto per timore di fallire
  • - Che per migliorare si deve praticare giornalmente.

  • - Che non ci sono scorciatoie, solo strade differenti da percorre
  • - Che devi essere capace di spiegare il proprio stile in 2 linee , altrimenti non hai capito che tipo di fotografo sei
  • - Che avere timore di fotografare qualcuno equivale a non comprendere il significato reale di quello scatto.
  • - Che in una storia di 3000/4000 scatti solo 10/15 verranno scelti … rassegnati
  • - Che il successo si raggiunge quando si vive la vita che si desidera o si comprende che si é nella giusta direzione, magari con ostacoli quasi insormontabili , ma comunque nella giusta direzione, e non da quanti servizi, pubblicazioni vendete.
  • - Che ogni millimetro della nostra composizione ha un significato
  • - A non giudicare e rimanere oggettivi di fronte alle mie storie,  cercando di indagare profondamente le motivazioni e il passato dei miei soggetti.
  • - Che il primo a dover sorridere é il fotografo, non il soggetto 
  • - Che reprimere se stessi e accontentarsi di vivere una vita che  non é la vostra non é ciò per cuil’essere umano é stato designato.
night climbingsmall_75
  • - Che far parte delle masse uccide la creatività e determina stereotipi di vita alla qualche inconsciamente ci si adatta.
  • - Che cio’ che viene insegnato a scuola e che spesso i vostri più cari cercano di inculcarvi non ê sempre la cosa migliore per voi ma quello che loro credono la più’ sicura. 
  • - Che non si vive per lavorare, e non si studia per trovare un lavoro.  Ma si Lavora per costruire un sogno e si studia per rinforzarne le fondamenta 
  • -Che la vita é troppo breve per essere troppo seri – quindi Scattate e divertitevi 

Pubblicato in Slowmotivation

“Slow” e  momotion” , dall’inglese movimento lento e ponderato. Un elogio alla calma alla scoperta e all’osservazione.

L’uomo ha bisogno del viaggio, del vagabondaggio.  Perdersi nobilita l’animo e ritrovarsi fortifica l’anima. Questo è il senso che noi diamo ai nostri viaggi fotografici . Non solo fotografia , corsi, scatti incredibili, ma un esperienza di pura introspezione e osservazione. Slowmotion Photography holidays and Workshop approderà a Venezia, cercando di raccontarne la natura più timida e discreta.

Slowmotion ha un duplice compito.

 

 

 

Raccontare storie e scoprire se stessi attraverso la fotografia.

Chi partecipa al workshop non sarà testimone di lezioni tenute da professionisti del settore ma diventerà parte di una realtà fotografica in espansione che pone il viaggio, la cultura e allegria al centro della sua filosofia. Il workshop sarà tenuto da un fotografo di viaggio internazionale , Roberto Zampino, siciliano e girovago ( in dialetto Peri Longu - piede lungo) che con il suo solito modo passionale trasmetterà la sua esperienza e la sua voglia di osare. Lo scopo del workshop sarà quello di perdersi e ritrovarsi. Condividere la propria passione ed imparare a centellinare gli scatti,regalandosi delle immagini uniche e profonde. Venezia sarà invasa da un nugolo di professionisti, amatori, instagrammers , blogger che cercavano di sfidare i clichè e dare una veste nuova a una delle città Più affascinanti al mondo

 

venice_fuji_1.jpg

info sul workshop

 

Il prezzo del workshop include le 3 lezioni e il portfolio review. 

Il nostro fotografo sarà presente per insegnarvi l’approccio alla travel and street photography e partecipando al workshop si entra a far parte di una realtà fotografica in espansione.

L’hotel dove alloggeranno buona parte dei partecipanti è in San Geremia . Abbiamo deciso di non includere l’alloggio nel prezzo per dare libertà a chi volesse partecipare al workshop evitando i costi dell alloggio.

Noi inizieremo alle 16 di Venerdi 24 e termineremo la domenica intorno alle 17

Il luogo esatto dell’incontro è Campo san geremia: dopo la stazione dei treni S. Lucia  in un campo dove c'è Tezenis

Per info e dettagli http://www.slowmotiontravels.com/it/viaggi-fotografici/item/101-viaggio-fotografico-workhop-a-venezia.html

 

 

Buona Luce

Roberto

Pubblicato in Fotografia di viaggio

La fotografia come conseguenza, Un mezzo per suscitare domande.


Parte così il workshop di due giorni sulla fotografia documentaristica che ha stregato i moltissimi partecipanti. Paolo Marchetti, instancabile, si è concesso senza sosta , rivelando la sua umanità, professionalità e il metodo con il quale ha conquistato l'editoria internazionale e tutti i più grandi Awards e Grants.

Non è stato un workshop di fotografia, ma un continuo immergersi in storie e vite, un elogio all'umiltà e all'amore per ciò che si fa. Sono certo che tutti noi siamo tornati a casa leggermente, se non profondamente cambiati.

Durante Il workshop, Paolo ha presentato alcuni dei suoi lavori più importanti discutendo dell'intero processo, dalla concezione dell'idea alla pubblicazione. 

 

 

Screen_Shot_2015-03-31_at_12.57.51.png

View the embedded image gallery online at:
http://slowmotiontravels.com/it/blog/tag/travel#sigProIdd6a2dc2359

 

 

In seguito alcune note registrate durante i magnifici giorni insieme.


Non c'è foto se non ci siamo noi dentro


- La fotografia è conseguenza dell'esperienza, non è altro che l'ultimo anello


- La fotografia è l'unica arte "fuori da noi" , la scrittura, la pittura viene da dentro, la fotografia ha bisogno di qualcosa "la fuori"


- Dobbiamo avere la curiosità di un bambino. Essere sempre curiosi della vita


- Ricordatevi di fare delle fotografie con il vostro soggetto e non del vostro soggetto, dovete fare i conti con voi stessi.


- Ho avuto il privilegio di amare la fotografia


- Per realizzare una buona foto si deve partire da noi stessi , non dalla foto


- Onestà e pura curiosità, ecco la mia fotografia


- Fotografare significa assumersi delle responsabilità d dire qualcosa e fare cultura


- In Fever Non mostro la rabbia espressa, non giudico. Quello che voglio raccontare è una rabbia silente in persone che sono come noi.


- Devi innamorarti della tua idea e seguirla


- Chiediti sempre , "cosa voglio fare con le mie foto?"


- Io sono la mia unica fortuna


- I fallimenti sono uno stimolo per andare avanti


- Quando ho una macchina fotografica in mano divento la persona che vorrei essere 


- La fotografia deve aggiungere delle domande


- L'editing è il "come te lo dico" - è la vostra identità 


- Il principio base è esserci, 


- Ogni problema tecnico sviluppa delle conseguenze creative


- Fotografo guardando in "metafora"


- La semplicità è potentissima


- La fotografia è il suo contenuto


- Non date tregua alla sfiga


- Pensate a delle foto che siano i verbi e altre che siano le virgole delle vostre storie.


- La fotografia è tutto ciò che decidi di lasciare fuori


- Raggiungere l'essenza : forma - essenza - semplicità


- Lasciatevi a casa il "lo faccio domani"


- Prima di lavorare sui vostri lavorate su voi stessi, dovete avere un atteggiamento aperto nei confronti della vita!

 

"Che i siciliani fossero un bacio lento sul cuore lo sapevo...ma tanta generosità mi terrà al caldo per molto tempo.."


View the embedded image gallery online at:
http://slowmotiontravels.com/it/blog/tag/travel#sigProId28aedbdc15


I commenti dei partecipanti al workshop


Una grande persona prima che un grande fotografo, un gruppo curioso e instancabile, un weekend che, tra riflessioni, cibo e risate, ha lasciato il segno! Grazie Paolo Marchetti, è stato un onore lasciarci ispirare da te! #‎livingadream 

 

Staff Slowmotion



Non mi piace chiamarlo Workshop..lo trovo riduttivo.
Sono stati 2gg intensi, di ascolto, di opinioni, di racconti, di esperienze.
Ho visto una purezza d'animo non comune, una passione per la fotografia che fà urlare il cuore di gioia.
Un'infinita umiltà nel far conoscere senza necessariamente esaltare il proprio Ego.
La rara capacità di osservare senza giudicare, una trasparenza e un'onestà nel racconto.

Ascoltare gli insegnamenti e trarre giovamento dagli stessi è un'esperienza che ti fortifica, che lascia una traccia, che scuote e fà urlare qualcosa dentro.
Decidere di cavalcare un'onda sconosciuta è un pò una sfida: vieni investito in pieno e adesso non vedi l'ora di potere rivivere quel momento.
Se un giorno mai avrò l'occasione di sfogliare le pagine della mia vita, sicuramente partirebbe un sorriso nel ricordo puro di questi giorni.
Una spremuta piacevole,esilarante,emozionante. 
Sono fiera di avere dedicato il mio tempo in qualcosa di costruttivo. 
Insegnare è imparare due volte.

Ps: Quando le corde delle emozioni vibrano hai fatto centro. Colpita ed affondata!
Grazie Paolo,

 

Norma



Due giorni intensi di vera fotografia, ma non solo, ho avuto il piacere è l'onore di conoscere @Paolo Marchetti, mi ha riempito il cuore è aperto la mente! Grazie Paolo!

 

Marco Pasqua



The privilege to meet someone who is highly inspiring from a deep perspective of the core of true life. View's the world from the root revealing the pains & suffering of humans, transpiring this into a Vivid truth of how we humans passes trough 'The Journey of Life' without noticing that They, You and Me have a Choice and a Voice to make a difference. The Change begins with you... I'm extreme Thankful to have met Paolo Marchetti, Short exchange yet powerful.

 

Sunita


 

 

Commossa... Estasiata.... Torno col magone ma con tante belle emozioni e parole! Grazie Paolo Marchetti, 

 

Mirandolina


 

Viaggio in Thailandia?

Dopo questo primo incontro ne seguiranno sicuramente altri. Intanto si parla di un viaggio in Thailandia con Lui! 7 giorni per imparare e condividire questo amore per la vita e la fotografia. Solo i primi 6 massimo 8 potranno accedere al workshop - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Leggi l'intervista a Paolo Marchetti

 

11071598_1601245183424632_98243633147191724_o.jpg


Pubblicato in Workshop